Chi siamo

E.Bi.N.Ar.T. ENTE BILATERALE NAZIONALE PER L’ARTIGIANATO ED IL TERZIARIO

Dalla collaborazione tra sigle sindacali forti, quali ConapiAcai, e Ugl Nazionale, il 24 gennaio 2013 è nato E.Bi.N.Ar.T., l’Ente Bilaterale Nazionale per lArtigianato ed il Terziario.

L’attenzione dell’ente è rivolta allo sviluppo del lavoro in ogni sua forma, e, per quanto riguarda i progetti futuri che il neonato E.Bi.N.Ar.T. si propone, il segretario spiega quanto sia centrale l’importanza di una comunicazione efficace tra la dirigenza aziendale e i dipendenti.

L’ottenimento di risultati reali non può prescindere dal fatto che le parti sociali operino in maniera congiunta su una determinata materia. L’efficienza dialogica che deve caratterizzare i rapporti tra le parti infatti non può limitarsi alla reciproca tolleranza e sopportazione ma deve basarsi su presupposti più radicati e profondi in base a quali l’interlocutore oltre ad essere riconosciuto come tale, deve essere considerato quale componente importante a garantire lo sviluppo efficiente e competitivo di un sistema economico in quanto portatore e tutore di interessi rilevanti.


Ma un Ente Bilaterale cos’è? leggi il nostro approfondimento.


Ruolo dell’ente

Gli Enti Bilaterali svolgono innumerevoli servizi per gli imprenditori ed i loro dipendenti in particolare:

• attraverso le Commissioni Paritetiche Bilaterali per il mercato del lavoro, si occupano del rilascio dei visti di conformità per l’assunzione di apprendisti, verificano la correttezza dei contratti a tempo determinato, prendono visione delle comunicazioni di assunzione con contratto di inserimento e dei contratti di lavoro interinale

• attraverso le Commissioni Paritetiche di Conciliazione, svolgono funzioni di conciliazione e di arbitrato al fine di dirimere le controversie individuali di lavoro, singole o plurime, al fine di esperire il tentativo obbligatorio di conciliazione introdotto dai D.Lgs 80/1998 e D.Lgs 387/1998 • promuovono studi e ricerche sul commercio

• progettano corsi di formazione per imprenditori e lavoratori • esprimono parere di conformità sulle domande, corredate dal relativo piano formativo, presentate dai datori di lavoro che intendano assumere apprendisti, esaminando le condizioni obiettive relative al rapporto di apprendistato professionalizzante

• approvano i piani formativi degli apprendisti

• promuovono e incentivano a livello locale iniziative in materia di formazione, anche continua, qualificazione e riqualificazione professionale anche in collaborazione con le Regioni ed altri Enti competenti, avvalendosi anche di risorse previste da normative regionali, nazionali e dell’Unione Europea

• svolgono azioni affinché, dagli organismi competenti siano predisposti corsi di studio che, favoriscano l’acquisizione di più elevati valori professionali

• ricevono gli accordi realizzati a livello decentrato in materia di contratti di inserimento/reinserimento, nonché le comunicazioni da parte dei datori di lavoro delle relative assunzioni

• svolgono le funzioni in materia di riallineamento retributivo ad esso affidate dagli accordi territoriali in materia • forniscono i servizi collegati alla diffusione/informazione in relazione del sistema di previdenza complementare ed assistenza sanitaria integrativa contrattualmente stabilito.

Componenti

  • Presidente Basilio Minichiello,
  • Vice-Presidente Egidio Sangue,